Skip to main content

I marittimi dicono basta! Il 15 novembre in piazza a Roma

Dopo un continuo incrocio di pareri e opinioni fra le associazioni che lo compongono, il Coordinamento Nazionale Marittimi 3 Febbraio ha deciso di scendere in piazza.

 

Per martedi 15 novembre, a Roma, espletate le dovute formalità, sarà indetta una manifestazione dei marittimi italiani.
I marittimi del traffico e del diporto si ritovano oggi uniti nel subire le incomprensibili e discriminanti interpretazioni, sempre peggiorative, degli adeguamenti richiesti da Manila 2010.

 

Interpretazioni che si traducono in una intollerabile discriminazione dei marittimi italiani nei confronti dei loro colleghi di altre nazioni e che significano, nel migliore dei casi, la perdita di competitività nel mercato del lavoro, e nel peggiore l’impossibilità di lavorare e quindi di garantire continuità economica alle proprie famiglie.

 

A questo punto non ci sono più alternative: se il Ministero non è in grado di tutelare i marittimi italiani, tocca ai marittimi stessi far sentire in maniera più efficace la propria voce.

Accorato appello quello lanciato dal cap. Pasquale Sabia, presidente dell’Associazione Capitani Procida in vista della manifestazione nazionale marittimi che il 15 novembre prossimo si terrà a Roma, di cui lo stesso Sabia e tra i promotori.

“Colleghi, è arrivato il momento di contarci! Avete cliccato su “parteciperò” nella pagina della Manifestazione Nazionale Marittimi? Fatelo! Vi siete registrati in segreteria per avere un posto sul pullman o vi arrangiate con i vostri mezzi? Fatecelo sapere, è importante. Ancora più importante sarà ESSERCI TUTTI!”.

manifestazione-marittimi