Skip to main content
c.s “Big match” che si conferma tale tra Procida e Torrese al “M.Spinetti” di Procida con le due squadre che si affrontano a viso aperto soprattutto nel primo tempo, nel secondo tempo invece totale dominio dei padroni di casa.
INIZIA IL PRIMO TEMPO: Dopo i primi dieci minuti di studio tra le due squadre per la delicatezza del match, al 10’ Pianese si affaccia verso la porta di Sorriso, ma l’estremo difensore ospite dice di no. Al 13’ ancora il Procida ad attaccare questa volta con Antonio Costagliola che si accentra e crossa di mancino per Cibelli, l’attaccante procidano vola in spaccata ma non riesce a impattare bene il pallone, nulla da fare. Al 15’ ancora Cibelli che questa volta apre il piatto destro dall’interno dell’area di rigore, tiro a giro che termina però sopra la traversa. La Torrese è ben messa in campo ma si affaccia raramente verso la porta di Lamarra, ma al 38’ raccoglie il bottino pieno, con un tiro dalla distanza di Di Dato, traiettoria che viene deviata e spiazza un incolpevole Lamarra ed è 0-1 per la Torrese che ben messa in campo, trova perfino la rete del vantaggio. Al 39’ reazione immediata di Pianese che sfida il difensore lo supera entra in area di rigore e calcia, la palla termina sul palo, Procida impreciso ma anche sfortunato quest’oggi. Al 43’ il Procida non si dà per vinto e cerca di reagire con A.Costagliola che cerca e trova di nuovo Cibelli ma Sorriso esce bene e allontana il pericolo. Termina la prima frazione di gioco sul punteggio di 0-1 tra Procida e Torrese con i padroni di casa che fanno la partita ma la Torrese è spietata e va al riposo in vantaggio.
INIZIA IL SECONDO TEMPO: Seconda frazione di gioco che prosegue sullo stesso tema dei primi 45’ con i ragazzi di Mister Iovine che vogliono riacciuffare un match che stanno giocando di gran lunga meglio. Al 5’ ci prova il subentrato Lorenzo Costagliola che calcia ma para Sorriso. Al 16’ ancora Procida pericoloso con la Torrese ormai alle corde, questa volta è A.Costagliola che spreca l’occasione lisciando un pallone nei pressi dell’area piccola e con questa sono davvero tante le occasioni sprecate dai procidani. Al 23’ il Procida continua insistentemente a spingere sull’acceleratore per cercare la rete dell’1-1, ci provano con Cibelli ma Sorriso dice di no. Poco dopo, al 25’ arriva finalmente un gol strameritato per il Procida con Cibelli che apparso leggermente in ombra, accende la lampadina come solo i giocatori di immenso talento sanno fare e da vero genio si inventa una giocata dal nulla rubando palla al difensore e servendo Pianese che facile appoggia in rete e fa 1-1 per i suoi, pareggio cercato con insistenza e trovato con merito per il Procida. Al 30’ il Procida cerca addirittura la remuntada con L.Costagliola che si gira e calcia dall’interno dell’area di rigore, nulla da fare, solamente accarezzato il possibile 2-1 e vantaggio che al netto di questo secondo tempo, spetterebbe senza ombra di dubbio al Procida. Al 35’ ci prova un Cibelli ispiratissimo facendo tutto da solo e arrivando al limite dell’area, il talento procidano calcia, tiro che viene deviato dal difensore ma la palla sfiora il palo e termina fuori. Se nel primo tempo la fortuna ha baciato la Torrese in occasione della deviazione sul gol Di Dato, questa volta non fa altrettanto per il Procida. Al 39’ ancora Procida pericoloso questa volta con l’ottima sponda di testa di Micallo per Saurino che è ad un passo dalla linea di porta ma colpisce male e la palla va fuori, azione clamorosa sciupata dal Procida. Al 42’ ci prova il Procida con le ultime forze a cercare di ipotecare la missione rimonta, questa volta con Pianese che però non riesce a battere un attentissimo Sorriso. L’arbitro Maresca di Napoli concede 5 minuti di recupero ed al 2’ minuto di recupero, al 47’, Cibelli si inventa un’altra giocata geniale delle sue ed entra in area di rigore, il difensore commette fallo sull’attaccante procidano ed è rigore per il Procida, penalty che può valere tre punti per il Procida. Pallone che pesa come un macigno, va dal dischetto il capitano Giovanni Micallo che di rigori ne sbaglia davvero pochi, ma questa volta viene ipnotizzato da Sorriso che indovina la traiettoria e para il rigore, si resta sull’1-1, occasionissima per il Procida quest’oggi davvero sfortunato per la mole offensiva prodotta. Al 50’ l’arbitro fischia tre volte e manda tutti negli spogliatoi, finisce in parità tra Procida e Torrese con la beffa finale per il Procida che sbaglia la rete della vittoria, ma la prestazione può continuare a far sperare il Procida che quest’oggi ha messo sotto e all’angolo, soprattutto nel secondo tempo, una pretendente ai primi posti con la Torrese, apparsa in totale balia della formazione isolana.
PROCIDA: Lamarra, Lubrano V., Russo, Micallo, Trani(46’L.Costagliola), Costagliola A.(85’Di Lorenzo), Mammalella, Saurino, Annunziata, Pianese, Cibelli.
A disposizione: Lubrano W., D’Orio, Varone, Peluso, Vanzanella, Sammartano, Barone.
Allenatore: Iovine Giovanni
TORRESE: Sorriso, Oliva A. (77’Oliva F.), Salvatore F., Di Dato, Gaglione, Salvatore B.(25’Passariello), Russo, Ferri, Barbera, Scala(60’Savarese), Scarpati.
A disposizione: Napolitano, Di Capua, Sacco, Russo Fr., Aiello, Di Donna.
Allenatore: Liguori Alfonso
ARBITRO: Maresca Mattia – Napoli
ASSISTENTI: Fusco Pasquale , Ganzerli Mattia – Frattamaggiore
AMMONITI: Di Dato, Salvatore B. (Torrese)
RETI: 38’ Di Dato ; 70’ Pianese
Fabrizio Zingone, UFFICIO STAMPA ISOLA DI PROCIDA CALCIO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.